La moltiplicazione delle piante. L' Innesto

L'innesto avviene mediante inserimento di una porzione di una pianta (detta "nesto") sul fusto o su un ramo di un'altra pianta (detta "portinnesto") in modo da formare una nuova pianta che sommi in sè i pregi  delle due da cui deriva. L'innesto può essere costituito da una semplice gemma completata da una porzione di corteccia o di legno, oppure da un rametto provvisto di varie gemme, secondo la tecnica impiegata per eseguire l'operazione, Si possono realizzare i seguenti tipi di innesti: 

Innesti a gemma 

Si utilizzano gemme prelevate dai rami di un anno. Gli innesti a gemma si eseguono in primavera e in questo caso si dicono "a gemma vegetante", perchè dal punto di innesto si sviluppa subito un germoglio. Quando l'innesto si esegue in agosto, viene detto " a gemma dormiente", perchè la nascita della vegetazione dotata dei caratteri della pianta da cui è stato tolto l'innesto, avverrà soltanto nella successiva primavera. L'innesto a gemma può essere eseguito secondo varie tecniche.

Innesto a gemma
  • a occhio: (vedi immagine), detta anche "a scudo" e " a scudetto": il nesto consiste in un pezzo di corteccia portante una gemma, che viene inserito sul portinnesto in cui è stato praticato un taglio a T;
  • a pezza: nota pure come "innesto a toppa" o " a tassello", dal portinnesto viene prelevato un rettangolo di corteccia, che viene sostituito con uno proveniente dal nesto;
  • ad anello o a zufolo: la porzione di corteccia prelevata dal nesto consiste in un anello completo;
  • alla maiorchina: (riservato alla vite), sul portinnesto vengono effettuati due tagli obliqui e uno longitudinale fra i precedenti.
Innesti a marza

Gli innesti a marza prevedono l'utilizzazione di un pezzetto di ramo provvisto di varie gemme. Questo tipo di innesto si esegue di solito in primavera e comprende le seguenti tecniche:

  • a spacco comune: si inseriscono due o quattro porzioni di ramo;
  • a spacco terminale: si esegue di solito all'apice dei rami;
  • a spacco inglese: sul nesto e sul portinnesto si effettuano tagli della medesima inclinazione (si applica alla vite;
Innesto a spacco inglese
  • a sperone: questo tipo di innesto serve a inserire un rametto lungo un tronco;
  • a cavallo: è simile all'innesto comune, solo che lo spacco viene fatto sul nesto
Innesto a cavallo
Innesti a incastro

L'innesto a incastro si ha quando nel portinnesto si pratica una cavità in cui si inserisce, o meglio si incastra, la porzione di pianta che si desidera riprodurre.

Innesti a corona

L'innesto a corona si attua inserendo le porzioni di ramo recanti le gemme, fra la corteccia e il legno del portinnesto; si esegue in primavera avanzata; questo tipo di innesto può essere: 

Innesto a corona
  • a penna: il nesto viene preparato tagliandolo obliquamente, mentre la corteccia del portinnesto viene incisa longitudinalmente in modo da accogliere il nesto;
  • a becco di luccio o "a becco di clarino": è simile al precedente solo che si effettuano due tagli;
Innesto per approssimazione

L'innesto per approssimazione si esegue togliendo la corteccia per un certo tratto su due rami delle piante che si vogliono innestare fra loro; si legano strettamente i due rami per far combaciare le parti decorticate.

Innesto per approssimazione


Articoli correlati