Boxer


Stupendo cane da guardia e da compagnia ottenuto abbastanza recentemente; discende da una razza tibetana. Il mantello è liscio, fulvo o tigrato, altezza non oltre i 60 cm e peso sui 30 kg.

Caratteristiche. La più saliente è senz'altro la forma tipica del muso, allargato e potente, con la mascella inferiore un pò rivolta verso l'alto; orecchie piccole ed erette (da far tagliare da persona esperta quando l'animale è ancora giovanissimo), petto possente e zampe robuste su arti dritti e muscolosi

Indole. Molto coraggioso, ma anche assai affettuoso, il boxer è prezioso come cane da guardia e da compagnia; può essere addestrato benissimo per i servizi di polizia o per la guida dei ciechi; molto forte, avverte i pericoli per istinto e sa difendere il padrone sino alla morte; è molto sollecito verso i bambini piccoli e fa loro ottima guardia.

Cure. Spazzolare ogni giorno il pelo e controllare spesso le zampe; quando il cucciolo ha poche settimane fargli mozzare la coda e togliere gli speroni ricorrendo a persona esperta; curare molto la dieta per evitare l'eccesso di peso e la perdita della linea

Cibo. Deve essere povero di grassi e dolci, composta da circa 300 g di carne cruda o appena scottata, tagliata in grossi pezzi, 500 g di pane e 300 g di riso o verdua (escluse le patate).

Malattie. Per la sua attitudine a saltare, il boxer si produce spesso strappi  e contusioni; è soggetto a cisti, congiuntiviti e reumatismi, nonchè otiti.