Gatto dell'isola di Man


Tipica di questa razza è l'assoluta mancanza della coda: perchè l'esemplare sia puro non deve avere neanche un mozzicone di coda. Il mantello è folto, a pelo corto, nei colori più vari: in una sola tonalità, macchiato, pezzato o tigrato.

Caratteristiche. Questo gatto dalla forma abbastanza strana, dalla groppa rotonda e con la testa piuttosto grossa e sferica, per l'assoluta mancanza dell'appendice caudale procede a salti in modo davvero insolito

Indole. Il gatto dell'isola di Man, che in Italia è piuttosto raro mentre è assai diffuso nel nord Europa e negli Stati Uniti, è un animale simpatico e docile che si affeziona facilmente purchè ben trattato e tenuto sempre vicino al padrone.

Cure. Nessuna cura particolare è richiesta da questa razza che rivela doti di grande robustezza e adattabilità, spazzolate quotidiane e un'alimentazione ricca di verdura e riso sono le uniche esigenze di questo gatto che è senz'altro molto decorativo

Cibo. E' buona regola attenersi alla dieta indicata nella tabella del menu, insistendo sui pasti a base di pesce, alimento di cui questa razza è particolarmente ghiotta,; limitare, invece, latte e latticini.

Malatite. Molto robusto e resistente, il gatto dell'isola di Man può soffrire facilmente di forme bronchiali, soprattutto se vive in ambienti molto caldi, ed avere disturbi gastrici e intestinali dipendenti da alimentazione inadatta.