Aquilegia


Descrizione -L'Aquilegia chiamata anche: amor nascosto, amor perfetto, amor segreto, aquilantina, aquilina, colombina, cornetto, guanti della Madonna, guanto di pastorella ecc., è una pianta erbacea perenne della famiglia delle ranuncolacee, originaria dell'Europa, dell'Asia e del Nord-America, di facile coltura. E' una pianta cespugliosa, formata soltanto da molti peduncoli fini e rigidi, provenienti dalla base e interamente ricoperti da un fogliame finemente intagliato di color grigio-verde.

Simbolo - Poichè fa il fiore un pò pendente dalla sommità dello stelo, i poeti l'hanno presa per simbolo della vecchiaia maschile e siccome poi il fiore si ibrida facilmente e porta sopra di sé dei cornetti, le hanno dato anche il simbolo dell'infedeltà coniugale.

Usi - Si coltiva in piena terra per fiori da recidere.

Fioritura - Da aprile a ottobre fa fiori di colore bianco puro, crema, giallo, arancione, rosa, blu, violetto sulla sommità di steli rigidi e fini alti 60 cm. I singoli fiori sono campanulati, esternamente a forma di cuffia antica di vecchia e internamente come piccoli alveari. Le corolle sono inclinate verso il basso e dietro finiscono con speroncini (o cornetti) rivolti in alto.

Posizione - Vuole la mezz'ombra e abbondanti e frequenti innaffiature, terra comune ma di facile scolo e concimata con letame maturo.

Concimazione - Durante tutta la fioritura, una volta ogni 15 giorni le farebbero bene concimazioni liquide.

Riproduzione - Si moltiplica per divisione di cespo in ogni tempo, ma specialmente in autunno o in primavera. Si può moltiplicare anche per semina da maggio a settembre, dopo che il seme abbia trascorso un'invernata. Nella semina in vaso bisogna tenere sempre umida la superficie della terra, coprendo il vaso con vetro e ponendo fra la terra e il vetro uno strato di ovatta da conservare sempre umida fino all'apparizione dei germogli. Allora si toglie l'ovatta e dopo pochi giorni anche il vetro.


Articoli correlati