Browallia

Browallia speciosa
Browallia Heavenly Bells

Nome scientifico Browallia, della famiglia delle Solanaceae, origine America Meridionale. Il genere Browallia comprende 6 specie di piante erbacee non molto resistenti, annuali o perenni, ma utilizzate come annuali. Vengono coltivate per le caratteristiche decorative dei loro fiori tubulosi, che si aprono in 5 lobi, in diverse tonalità di azzurro o talvolta bianchi; sbocciano per tutta l'estate fino all'inizio dell'autunno. Le foglie sono ovate o lanceolate.



La coltivazione
Le Browallia si coltivano in piena terra nelle aiuole o in vaso su balconi e terrazzi e in appartamento. In piena terra si mettono a dimora in primavera quando non c'è più pericolo di gelate; il terreno deve essere concimato con sostanza organica. Per poterle piantare in vaso la temperatura non deve essere inferiore a 13-15° C., si collocano 3-4 piante per vaso, utilizzando un terriccio fertile arricchito con 30 g di concime ternario a cessione graduale per decalitro di terra. In primavera-estate, ogni 30-40 giorni, aggiungere all'acqua di irrigazione 10 g di concime complesso per decalitro. Alle varietà che si sviluppano maggiormente applicare dei sostegni; se si allungano troppo o sono disordinate effettuare delle cimature.

Esposizione
Le Browallia si piantano in posizioni soleggiate in giardino e al massimo della luce quando sono in vaso.

Temperatura
Le Browallia sono resistenti alle alte temperature

Annaffiatura
Deve essere regolare ma moderata senza ristagni di acqua

Pulizia della pianta
Eliminare le parti sfiorite o danneggiate

Moltiplicazione
Le Browallia si riproducono per seme a fine inverno-inizio primavera in cassetta in una composta da semi, mantenendo una temperatura di 18° C. Appena le piantine sono maneggiabili, si invasano singolarmente; si mettono a dimora a maggio inoltrato.

Malattie e parassiti
Il fungo Entyloma browalliae causa marciumi e avvizzimenti della pianta. Essendo difficile da controllare con prodotti chimici, porre molta cura nell'utilizzare terreni o terricci adatti, in cui non ristagni l'acqua. Gli afidi e la clorosi causano ingiallimenti e deperimento della pianta. I primi si controllano facilmente con aficidi. La clorosi necessita di trattamenti a base di chelati di ferro

Consigli per l'acquisto
Le piante di Browallia si trovano presso i vivaisti e i garden centre. Controllare che non presentino segni di clorosi e verificare, sollevando la pianta dal vaso con il solo pane di terra, che le radici siano sane.


Articoli correlati