Dendrobium


Nome scientifico Dendrobium, della famiglia delle Orchidaceae, origine Asia e Oceania. Il genere Dendrobium comprende oltre 1000 specie di orchidee epifite (che vivono sulle piante) provviste di pseudobulbi (rigonfiamenti simili a bulbi da cui si diparte lo stelo) lunghi o corti, estremamente variabili per dimensione e numero di fiori. Le specie a pseudobulbi allungati (anche vari metri) possono avere centinaia di fiori, mentre le specie a pseudobulbi corti solo uno o due. Le foglie sono decidue o sempreverdi (nelle specie tropicali), ovato oblunghe. Ne sono derivate numerose cultivar. Si tratta di piante che si possono tenere in appartamento solamente durante la fioritura e poi, per mantenerle in buone condizioni, è necessario riportarle in serra. La serra dovrà essere calda, temperata o fredda secondo la specie, purchè le condizioni ambientali riproducano quelle naturali.


La coltivazione
I Dendrobium si coltivano in vasi o panieri sospesi di 15-20 cm di diametro, con un substrato costituito da 3 parti di radici di osmunda e 1 parte di sfango, oppure 2 parti di osmunda, 1 parte di torba e una parte di terriccio di foglie con aggiunta di materiale drenante (ghiaia, cocci tritati) con carbone di legna.

Esposizione
Nel periodo primaverile-estivo i Dendrobium richiedono una esposizione a mezz'ombra. A partire dall'autunno hanno bisogno di un'elevata luminosità.

Temperatura
La temperatura minima invernale può arrivare a 5°C per le specie da serra fredda, a 13°C per quelle da serra temperata e a 16°C per quelle da serra calda.

Annaffiatura
Durante lo sviluppo e in estate mantenere un'umidità elevata dell'aria e bagnare frequentemente il substrato. D'inverno le annaffiature si riducono al minimo.

Rinvasatura
La si effettua in primavera utilizzando un vaso un po' più grande del precedente. Quando è necessario eliminare i fori appassiti e le foglie secche o danneggiate.

Moltiplicazione
I cespi, ingrossati dopo la fioritura, vanno divisi e le parti ottenute si pongono in cassette con lo stesso terriccio di coltivazione; si rinvasano singolarmente quando i nuovi germogli cominciano a radicare.

Malattie e parassiti
Si possono sviluppare sia marciumi in seguito a lesioni su pseudobulbi e foglie sia la muffa grigia sui fiori in ambiente molto umido e poco ventilato. Per prevenirli, è sufficiente mantenere l'ambiente ben aerato. Afidi e cocciniglie sono tra gli insetti che più frequentemente possono infestare queste queste e altre orchidee sulle parti verdi e sui fiori. Si combattono con aficidi e anticoccidici.

Consigli per l'acquisto
Non è facile trovare in casa le condizioni adatte per queste orchidee, di cui si acquistano normalmente i bellissimi fiori recisi; tuttavia oggi vengono posti in vendita anche vasi fioriti. Osservare in tal caso l'aspetto dei fiori, che non devono essere radi nelle specie a pseudobulbi allungati.

Dendrobium a fiori bianchi con
sfumature rosa
Dendrobium a fiori rosa-violacei
con gola gialla


Articoli correlati