Impatiens Nuova Guinea


Nome scientifico Impatiens Nuova Guinea della famiglia delle Balsaminaceae, origine Africa occidentale. Il genere Impatiens comprende circa 500 specie, alcune tuttora sconosciute. Queste piante sono generalmente chiamate "canne di vetro", "fior di vetro" o "belgi uomini". Gli Impatiens Nuova Guinea sono stati introdotti come pianta decorativa nel 1972 e da allora grazie alla loro bellezza e resistenza nella case e nelle aiuole, sono diventati molto popolari. Questa veloce ascesa è dovuta all'ottimo lavoro degli ibridatori che hanno prodotto piante di altezza inferiore, capaci di rinnovarsi,con un grande assortimento di colori sia nei fiori sia nel fogliame e una continua fioritura. Il nome Impatiens deriva dal fatto che la capsula dei semi, una volta matura, con un semplice tocco si spacca, scagliando lontano i semi. Sebbene gli Impatiens Nuova Guinea siano piante perenni, nei climi caldi e temperati vengono trattati come annuali. A differenza di altre specie, questi Impatiens, sono più compatti, hanno il fusto più robusto, le foglie e i fiori più carnosi.



Coltivazione 
Gli Impatiens Nuova Guinea possono essere collocati in casa, nelle vicinanze delle finestre, sui balconi o piantati direttamente nelle aiuole in giardino. Vengono utilizzati anche per decorare vasi da appendere. In questo caso si mettono più piante (3-5) per vaso o per ciotola per ottenere macchie colorate di notevole effetto. Preferiscono un terriccio soffice e leggero che lasci drenare l'acqua. Occorre evitare gli eccessi di concime azotato: causerebbero una vegetazione eccessiva e una minore presenza di fiori. All'aperto questa pianta non riesce a sopportare le basse temperature invernali.

Esposizione
L'Impatiens Nuova Guinea sopravvive anche in ambienti scarsamente illuminati. Solo in presenza di molta luce i fiori sono numerosi e hanno colori brillanti e la pianta non cresce eccessivamente in altezza.

Temperatura
La temperatura minima di sopravvivenza nel periodo invernale è di 10°C. Nel periodo estivo sopporta temperature elevate, ma è sensibile al vento

Annaffiatura
L'Impatiens è molto sensibile agli eccessi di acqua nel terriccio. Nei periodo caldi occorre annaffiare moderatamente e spesso. In inverno, la pianta deve essere annaffiata ogni 15-20 giorni.

Rinvasatura
La rinvasatura dell'Impatiens nelle abitazioni va effettuate in primavera, utilizzando un vaso un poco più grande del precedente e un terriccio soffice. Nelle aiuole e sui balconi, può essere trapiantato sino alla fine dell'estate a una distanza di 30-40 cm fra pianta e pianta. La piantina va interrata sino al colletto o leggermente più alta del livello del terreno, che deve essere ben lavorato e reso soffice con torba o composta matura.

Moltiplicazione
Radica facilmente per talea. Si preleva la tale al di sotto di un nodo scartando gli apici troppo teneri; si toglie la coppia di foglie basali e, infine, si mette a radicare in un terriccio leggero, all'ombra e lontano dalle correnti d'aria. L'emissione di nuove radici, a seconda della stagione, avviene in 7-15 giorni.

Malattie e parassiti
L'Impatiens Nuova Guinea è molto sensibile ai marciumi del colletto e delle radici. Per evitare questi problemi il terriccio non deve essere troppo bagnato. I parassiti animali che possono attaccare L'impatiens sono gli acari e i tripidi. Questi ultimi sono i più pericolosi e causano arricciamento delle foglie e malformazioni dei fiori.

Consigli per l'acquisto
Normalmente le piante si comprano in primavera, ma sono disponibili presso i fioristi anche in autunno. Controllare che non presentino parassiti come i tripidi, che sono molto difficili da combattere, sia nelle abitazioni sia nei giardini, anche con insetticidi adeguati.

Articoli correlati