La nutrizione delle piante d'appartamento

Se le annaffiature sono indispensabili per mantenere in vita le piante, non meno importante è la nutrizione, infatti per poter crescere e prosperare esse devono essere nutrite in maniera costante e adatta.

Impariamo quindi alcune regole fondamentali per dar da mangiare alle piante in modo razionale e nella giusta dose.

  1. Bisogna realizzare una concimazione di tipo misto: organico e minerale; a questo scopo basta richiedere nei negozi specializzati i fertilizzanti dei due tipi e attenersi alle dosi indicate sulle confezioni, sempre tenendo presente la dimensione dei singoli vasi.
  2. La nutrizione deve continuare, grosso modo, tutto l'anno, alternando i due tipi di concime; in piena estate, fra luglio e agosto, è bene sospendere la concimazione per consentire alle piante di riposare e così accumulare energie in vista del notevole sforzo vegetativo cui i vari esemplari vengono  sottoposti in autunno e inverno, nella costrizione di ambienti surriscaldati e poveri di umidità ambientale.
  3. La somministrazione dei concimi si può effettuare in due modi: direttamente sulla terra oppure attraverso le annaffiature sciogliendo il fertilizzante in acqua.
  4. Attenzione a concimare le piante molto giovani, utilizzare sempre una dose molto ridotta di fertilizzante.
  5. E' consigliabile rimuovere leggermente lo strato di terra che si trova in superficie  per favorire la discesa del fertilizzante verso gli strati più bassi della terra e quindi affrettare l'assorbimento delle benefiche sostanze.