Piante sempreverdi e piante a foglie caduche

In inverno alcune piante superiori perdono le foglie, mentre altre conservano la loro chioma verde. Da che cosa dipende? La caduta delle foglie è legata al problema del rifornimento di acqua. Le foglie, come già detto, sono sede della traspirazione e traspirare significa perdere acqua. Nella stagione invernale, quando il suolo è freddo e gelato, le radici non riescono ad assorbire acqua e sali minerali in quantità sufficiente; con la caduta delle foglie la pianta elimina la superficie attraverso cui perde acqua, e quindi il suo fabbisogno di acqua diminuisce.

La caduta delle foglie, inoltre, permette alla pianta di liberarsi di tutte le sostanze inutilizzate o tossiche che ha introdotto o prodotto durante l'anno. Tali sostanze infatti si accumulano nelle foglie e quando queste cadono vengono allontanate dalla pianta.

Leccio

 Ci sono piante come il pino, l'abete, il leccio, l'ulivo, l'alloro ecc., che perdono poche foglie per volta durante tutto l'anno e queste foglie vengono subito rimpiazzate da foglie nuove; in questo modo le piante non rimangono mai senza foglie e sono dette piante a foglie persistenti o sempreverdi




Platano




Altre piante, invece, come il pioppo, la quercia, il platano, il tiglio, la vite, il larice, il ciliegio ecc., perdono le foglie, e perciò sono dette piante a foglie caduche o caducifoglie
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...