Come realizzare un piccolo giardino.


Anche un giardino molto piccolo può essere piacevole; non occorrono infatti né viali spaziosi né vasti prati e nemmeno grandi aiuole ricolme di fiori perchè l'occhio ne sia piacevolmente appagato. Del resto, in città lo spazio è sempre poco e di solito anche la villetta in campagna non offre molti metri quadrati da destinare alle piante da fiore e ornamentali. Tutto sta nell'utilizzare bene questo spazio e soprattutto nello scegliere le piante che vi troveranno posto in relazione all'ambiente, cioè al clima e all'esposizione.

Alcuni consigli. 
In un piccolo giardino non mettete mai troppi alberi che lo trasformerebbero in un bosco, né alberi di grandissimo sviluppo. Gli alberi, se lo spazio lo consente, sistemateli ai lati, verso il confine, e lo stesso dicasi per i grandi arbusti. Gli uni e gli altri serviranno come cornice al giardino e come schermo alla vista delle case vicine e della strada.

Renderanno insomma, più raccolto il piccolo pezzo di terra destinato ad allietare la vostra casa. Il maggior sviluppo possibile dovrebbe averlo il prato; un bel prato verde smeraldo, infatti, riposa gli occhi e distende i nervi. Il tappeto verde potrebbe occupare il maggior spazio possibile fra l'ingresso di casa e il cancello che dà sulla strada.

Se il giardino è veramente piccolo, non tracciatevi dei vialetti che porterebbero via spazio e interromperebbero troppo la distesa verde del prato; mettete piuttosto, una fila irregolare di lastre grezze di pietra tra cui può crescere ugualmente l'erba.

Articoli correlati:
  1. La lavorazione del terreno e la semina 
  2. Di quali elementi hanno bisogno le piante? 
  3. Concimi organici
  4. Concimi minerali o chimici
  5. La sistemazione dei fiori
  6. I muri e l'acqua
  7. Le piante da fiore
  8. Bordo di piante erbacee annuali
  9. Bordo di piante erbacee perenni
  10. Le piante a fogliame